Blu

Scritto da: Andrea Boscolo

Svegliarsi al mattino e sentire i gabbiani rincorrersi nel cielo… Lo avete mai provato?

Dal balcone entra la luce, mi illumina la coperta.

Lo sfondo è blu.

I gabbiani non si vedono ma si sentono, e sono tanti. Si ricorrono, già attivi e frenetici mentre la maggior parte delle persone, ancora dentro le loro case, è a letto o si sta preparando la colazione.

C’è profumo di mare, di salso. Il vento, leggero, te lo porta ad annusare.

Qualche motore di barca che sta attraccando sulla riva.

Lo sfondo è blu.

Il ritorno alla vita, alla consapevolezza di essere vivo, lo assaporo così in questa domenica mattina.

So che tra un po’ mi alzerò, mi laverò il viso, farò colazione, sistemerò la mia stanza, vedrò la mia ragazza e mangeremo in spiaggia.

E lo sfondo sarà ancora blu.

Intanto respiro. Non voglio svegliarmi subito del tutto. Non voglio ancora cambiare faccia all’innocenza ed alla semplicità di questo giorno.

Muovo le gambe, muovo le braccia. Mi metto su un fianco e poi sull’altro.

Lo sfondo è blu.

Lo sfondo è blu di quella piccola porzione di cielo che intravendo dal balcone, contornata di gabbiani.